,
Novità

Tuareg 660: primo contatto!

Siamo già al terzo capitolo della rivoluzione Aprilia 660, ma questo è tra quelli che la nostra community attendeva da più tempo: la nuova generazione di Tuareg sta arrivando!

RS 660 e Tuono 660 hanno già riscritto tutte le regole dell’asfalto, ora il marchio di Noale si appresta a fare lo stesso nell’off road con Tuareg 660: il più avanzato concetto di adventure riding secondo Aprilia.

Per chi ama la storia Aprilia e il motociclismo in generale, “Tuareg” è molto più di un semplice naming: è il titolo di una saga che, a partire dagli anni ‘80, è riuscita a creare un ponte tra la factory veneta e le dune del Sahara. Un mito capace di far sognare l’avventura della Dakar e dei grandi rally africani a un’intera generazione di rider.  

Tuareg 660 raccoglie l’eredità di questo mito, combinandola con le eccezionali prerogative che stanno decretando il successo della piattaforma Aprilia 660, per proporci una nuova, più esaltante e sportiva forma di adventouring.

L’attesa è alle stelle e il percorso che ci porterà a vederla nei concessionari e a guidarla è solo all’inizio, ma come sempre facciamo una promessa: noi della community saremo sempre un passo oltre rispetto a tutti gli altri nel conoscere tutto quello che c’è da sapere sulla nuova Aprilia Tuareg 660!

Per cominciare bene abbiamo scelto di concentrarci su 5 aspetti fondamentali di Tuareg 660, iniziando ad approfondirli con i primi dati tecnici…

Vuoi leggere l’articolo completo?

Iscriviti e potresti vivere una esperienza indimenticabile.